Archivio mensile: luglio 2013

Il tacco incastrato

Non sono una tipa da tacchi, solitamente uso ballerine o sneakers. In occasioni particolari, però, come una serata romantica o un appuntamento importante, anch’io li indosso, seppur con molta difficoltà. L’ultima disavventura coi tacchi è recente: esco di casa tutta fiera e sicura di me, un uomo intento a fare lavori sulla strada mi fischia dietro, penso “Wow, ma allora faccio proprio un figurone!”. Subito dopo, però, mentre continuo a camminare pancia in dentro e petto in fuori… “Stock! Crack!”, un tacco si incastra in una grata! Perdo la scarpa e faccio acrobazie per riuscire a rimanere in equilibrio… finché cado per terra. Tutt’intorno uno scoppio di risate: “Ahhaha, anvedi quella!”. Ragazze, che figure!!! Ahahhaahahh 😀 😀 😀 Meglio tornare alle ballerine! 😀

Diario di Beasu Google+

La febbre del venerdì mattina

Altro che “la febbre del sabato sera”! Sapete qual è, per me, il momento più esaltante della settimana? Il venerdì mattina! A differenza dei giorni precedenti, quando suona la sveglia sono contentissima, perché so che sarà l’ultimo giorno di lavoro della settimana e poi inizierà il tanto sospirato weekend! La cosa mi esalta così tanto che sono su di giri anche in ufficio, tanto che i miei colleghi, abituata a vedermi musona e di pessimo umore dal lunedì al giovedì, mi guardano alienati e mi chiedono cosa mi sia successo di tanto bello 😀 Ahahahhaha!

Diario di Beasu Google+

Lo spuntino notturno

Se, per Cenerentola, mezzanotte era l’ora in cui la carrozza tornava ad essere una zucca, per me è l’ora in cui inizia il languorino notturno. Prima combatto e mi oppongo, a suon di brontolii di stomaco, poi inizio a valutare la possibilità di mangiare qualcosa di leggero e innocuo, ma alla fine quando arrivo davanti al frigo e alla dispensa mi lascio corrompere dalle cose meno leggere al mondo, come gelato o cioccolato. Accidenti! 😀 Ahahhahah!

Diario di Beasu Google+

Le braccia pipistrelle

Il problema delle braccia molli è come quello della pancetta o della cellulite: per tutto l’anno sono convinta che prima dell’estate riuscirò a eliminarle e mi immagino in palestra, super motivata, a fare esercizi mirati. Però, per un motivo o per l’altro, chissà perché questa fatica la rimando sempre. Finché puntualmente arriva il 21 giugno e niente è cambiato, anzi la situazione è peggiore dell’anno prima! 😀 E allora via di prove davanti allo specchio, per capire quando e quanto il “mollume” si veda 😀 Ahahhaha!

Diario di Beasu Google+