Cantare sotto la doccia

Ogni volta che faccio la doccia mi succede una cosa strana: appena ci metto piede e afferro il rubinetto per aprire l’acqua, automaticamente inizio a cantare a squarciagola fino a quando non ho finito di lavarmi.

La mia performance include brani improvvisati, di diverso tipo e in tutte le lingue: classica, pop, rock, rap, in Italiano, Inglese e qualche volta anche Francese. Insomma, mi piace cantare qualsiasi canzone mi venga in mente, anche quelle di cui non conosco tutte le parole… magari me le invento! 😀

Scrivo “performance” per modo di dire, perché in realtà sono molto stonata e non conosco le lingue straniere: se qualche malcapitato mi vedesse e mi sentisse, si tapperebbe le orecchie per non farsi venire il mal di testa oppure si metterebbe a ridere a squarciagola.

Eh vabeh, che ci posso fare? Sarà che una volta chiusa la porta del bagno e poi quella della doccia mi sento libera, ma non riesco proprio a contenermi e -vi dirò la verità- nonostante sia stonata mi sento proprio una Rihanna o una Beyonce de noantri. 😀

L’altro giorno stavo cantando “I will always love you” di Whitney Houston, non so per che motivo ma mi è venuta in mente quella. Ero lì sotto l’acqua, con il soffione della doccia come microfono, e appena iniziato il ritornello il mio ragazzo ha fatto irruzione in bagno.

“And aaaa-aaai, uill oluais lov iuu-uUuuuUUU”.

Naturalmente mi sono interrotta. Lui mi ha chiesto: “Tutto bene, Bea?” e io: “Sì, sto facendo la doccia e cantando. Perché?”. Mi ha risposto: “Cantando? Mi sembrava piuttosto che stessi gridando dal dolore. Mi ero spaventato”.

Anche voi siete canterine sotto la doccia? Raccontatemi!

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>