I disastri con la lavatrice

Di disastri con la lavatrice, sebbene io la usi da tanti anni, continuo a farne. Eppure seguo le regole della “brava massaia”: dividere i capi bianchi da quelli colorati, lavare separatamente i capi nuovi per scongiurare che perdano colore, rispettare la temperatura indicata sulle etichette per i diversi tessuti, utilizzare prodotti ad hoc per ogni esigenza (smacchiatori, salviette acchiappa-colore, detersivi per delicati, ammorbidente, ecc). Come mai, allora, continuo a fare guai? Naturalmente per la mia consueta distrazione!

L’altro giorno mi sono diretta verso la lavatrice con un cesto di panni bianchi. C’erano anche dei capi praticamente nuovi, lavati una sola volta, ad esempio una bellissima camicia bianca appena comprata e pure griffata, oppure una maglietta che mi aveva regalato il mio ragazzo. Tutta sicura della mia “casalingaggine”, ho fatto partire il programma di lavaggio. Ma quando, un’ora e mezza dopo, sono tornata per tirare fuori dalla lavatrice i capi lavati per stenderli, già dall’oblò ho visto che erano diventati tutti rosa.

Non vi dico lo shock e la disperazione, tanto potete immaginarlo, perché a chiunque è successo almeno una volta nella vita di combinare un malanno simile (almeno lo spero, ahahha!). La cosa più fastidiosa è quando capita appunto con capi nuovi o a cui siamo affezionate. Comunque, ho subito aperto l’oblò e tirato fuori tutto per capire la causa. Sembravo un po’ una detective 😀 Non ci è voluto molto per capire che “il colpevole” era un calzino rosso, finito chissà come in mezzo ai capi bianchi. Sgrunt!!! Ho poi provato a usare un prodotto apposito per sbiancare, ma senza successo. Insomma, addio camicia e addio maglietta!

Ma le disavventure con la lavatrice non sono certo finite: perché non ricordare, ad esempio, tutte le volte in cui per sbadataggine ho infilato nei capi di cotone un maglione di lana? La vera tragedia è quando il maglione è del mio ragazzo. Di solito non ho coraggio di dirglielo, quindi lo preparo partendo da lontano, con discorsi vaghi 😀 Quando arrivo al punto e gli mostro ciò che resta del suo maglione (diciamo che sembra il maglioncino di un Big Jim), lui sbianca e cerca di controllare il nervoso per non farmi sentire in colpa, ma è visibilmente scocciato. Ahhaha!

E voi? Com’è il vostro rapporto con la lavatrice? Combinate disastri?

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>