Il potere del trucco e quello dello “strucco”

È proprio vero che il trucco fa miracoli: migliora non solo il proprio aspetto, ma anche la considerazione di sè e di conseguenza permette di sentirsi a proprio agio in tutte le situazioni.

Devo dire che io mi trucco poco, ma non riuscirei a rinunciare a questo “poco” e ad uscire di casa completamente struccata. Le poche volte che l’ho fatto, infatti, tutti mi hanno chiesto se stavo male: Bea, che brutto colorito! Non ti senti bene?”, oppure Bea, che occhiaie! Non hai dormito?. 😀

Insomma, devo dire che se potessi non mi struccherei mai! Invece bisogna farlo, soprattutto prima di andare a dormire, per pulire la pelle e darle modo di “respirare”. Ebbene, in questo post spendiamo due parole sul tragico momento dello “strucco”! 😀

Ci si avvicina allo specchio del bagno tutte carine: ciglia lunghissime grazie a strati su strati di mascara nero, sguardo definito con una linea sottile di eye liner sulla rima superiore e di matita scura sulla rima inferiore, zigomi evidenziati dal contouring (che in realtà non ho ancora imparato a fare nonostante mesi di videotutorial su Youtube), labbra polpose grazie a matita, rossetto e gloss.

È incredibile: tempo di passare sul proprio viso il cotoncino con lo struccante occhi e poi quello con il latte detergente e… riguardando nello specchio sembra di vedere un’altra persona! Colorito cadaverico, occhiaie, occhi che sembrano quasi senza ciglia, sopracciglia quasi inesistenti, labbra sottilissime. Aiutooo! Per fortuna è ora di andare a letto e spegnere la luce! 😀

E voi come vivete il momento dello strucco? :)

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>