Ragazze in palestra, tra tutine aderenti e selfie

Finalmente mi sono decisa a ritornare in palestra per rimettermi in forma. Dopo la tragicomica esperienza con lo Zoomba di qualche tempo fa, che avevo subito abbandonato vista la mia poca resistenza fisica e il fatto che non sono molto aggraziata e coordinata, ho pensato di affidarmi a un personal trainer.

Sono andata a incontrarlo e farmi preparare un programma “d’urto” personalizzato: un po’ di tapis roulant o cyclette, poi esercizi a corpo libero e con pesetti o macchine apposite, in modo da rassodare i punti critici.

Tutta fiera del mio abbonamento, ho fatto poi il mio ingresso ufficiale nel mondo delle grandi palestre. Com’è andata? Beh, forse ho sbagliato palestra,… perché mi sono sentita un pesce fuor d’acqua! Nel mio immaginario e in base ai miei lontani ricordi, a fare sport si va struccate e vestite con delle tute comode. Invece, non è più così.

Quel che ho trovato in palestra è stato un gran numero di ragazze non propriamente “sportive”, ma molto “in tiro”: indossavano dei completini molto aderenti, alcune senza reggiseno, molte con piega e trucco perfetti (ma il make up non cola con il sudore?) intente a farsi selfie mentre facevano i loro esercizi.

Naturalmente, mi sono sentita come Cenerentola, vestita di “stracci” e trasandata. Dite che devo comprarmi anch’io qualcosa di più sexy per la palestra? 😀

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>